Il nuovo Credito d’Imposta R&S 2020

L’ultima Legge di Bilancio ha confermato per il 2020 il Credito d’Imposta per la ricerca e sviluppo.

Le novità più interessanti introdotte sono:

  • l’eliminazione del calcolo del valore incrementale rispetto ai precedenti investimenti ai fini della determinazione dell’ammontare dell’agevolazione fiscale;
  • l’ammissione di attività di Design e Ideazione Estetica prima non previste.

Con questa impostazione il costo sostenuto per le attività di R&S concorre maggiormente alla determinazione del Credito d’Imposta.

Cosa può fare per te Prisma Servizi ?

  • Individuare le attività di ricerca e innovazione ammissibili
  • Rendicontare in modo dettagliato le spese rendicontabili sostenute
  • Rilasciare l’Attestazione Peritale della corrispondenza delle attività condotte con la normativa di riferimento.

Il nuovo Credito d’Imposta è suddiviso in tre macrosettori qui di seguito riportati:

  • Ricerca e Sviluppo: attività di ricerca fondamentale, industriale e di sviluppo sperimentale
  • Innovazione tecnologica: attività finalizzate alla realizzazione di prodotti o processi di produzione nuovi o sensibilmente migliorati
  • Attività di design e ideazione estetica: aziende operanti nei settori del tessile e della moda, calzaturiero, dell’occhialeria, orafo, del mobile e dell’arredo e della ceramica (realizzazione di prodotti o campionari).

Le spese ammissibili sono le seguenti:

  • Personale titolare di un rapporto di lavoro subordinato o di lavoro autonomo
  • Quote di ammortamento e di utilizzo di macchinari e software impiegati nelle attività condotte
  • Contratti di Ricerca extra muros
  • Quote di ammortamento di privative industriali acquisite o in licenza d’uso
  • Consulenze
  • Materiali per la realizzazione di prototipi e impianti pilota.

Per un approfondimento della materia e una preventiva analisi di fattibilità potete contattare presso Prisma Servizi S.r.l. il Dott. Andrea Trinco che vi fornirà le delucidazioni del caso.