Articoli pubblicati da STUDIO RIGATO

Credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo: chiarimenti dell’Agenzia delle entrate in materia di operazioni straordinarie

Il credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo è stato introdotto nel nostro ordinamento dall’art. 3 del D.L. 145/2013 poi successivamente modificato, da ultimo con la Legge di Bilancio 2017. Nell’attuale formulazione l’agevolazione è riconosciuta nella misura del 50% per tutte le tipologie di spesa sostenute. In particolare sotto il profilo oggettivo trova […]

Startup e PMI innovative Circolare n 3696 C del Ministero dello Sviluppo Economico

Ai fini delle verifiche preventive, effettuate in sede di iscrizione delle imprese nella sezione speciale dedicata alle startup e alle PMI innovative, occorre distinguere due momenti differenti individuati dai commi 2 e 12 dell’art. 25 del D.L. n. 179/2012. La prima disposizione individua gli elementi genetici che identificano la fattispecie, mentre la seconda indica gli […]

Capitalizzazione costi di ricerca e sviluppo – modifica Oic 24

Il Dlgs 139/2015 ha rivisto molte delle regole di bilancio, in particolare per quanto riguarda le immobilizzazioni immateriali, eliminando i costi di ricerca e di pubblicità. La voce BI-2) dello Stato patrimoniale è denominata, a partire dal 2016, semplicemente “Spese di sviluppo”. Il rinnovato principio contabile Oic 24 chiarisce che i costi di ricerca e […]

Ricerca e sviluppo: le novità della Legge di Bilancio 2017

La Legge di Bilancio 2017 introduce alcune modifiche al DL n. 145/2013 che disciplina le attività in materia di ricerca e sviluppo. Le principali novità riguardano innanzitutto la misura dell’agevolazione riconosciuta, che dal 2017 sarà pari al 50% per tutte le tipologie di spesa sostenute. Viene quindi eliminata la suddivisione tra interventi agevolativi al 50% […]

Il rating di legalità: nuovo regolamento e vantaggi per le imprese

Negli ultimi anni le imprese tendono sempre più a coniugare gli aspetti reddituali ed economici con i principi dell’etica aziendale, della legalità e della trasparenza. In questo contesto si è mosso il legislatore al fine di offrire un adeguato riconoscimento alle imprese che spontaneamente decidano di orientarsi verso il raggiungimento di questi obiettivi, soprattutto nell’ambito […]

Ammortamento beni immobili: il c.d. software “sorgente”

Con la sentenza dell’11 agosto 2016, n. 16953, la Corte di cassazione si è espressa in merito al corretto trattamento fiscale delle quote di ammortamento di alcuni software (i software rientrano nell’ambito applicativo dell’art. 103 del TUIR). L’art. 103 del Tuir prevede al primo comma che “le quote di ammortamento del costo dei diritti di […]

Agenzia delle entrate: Risoluzione n. 66/E del 3 agosto 2016

L’Agenzia delle Entrate con la risoluzione n. 66/E dello scorso agosto ha fornito importanti chiarimenti in merito al calcolo dell’agevolazione fiscale di cui all’art. 3 del D.L. 145/2013, ovvero il credito d’imposta a favore delle imprese che investono in attività di ricerca e sviluppo. Come è noto, tale agevolazione, è calcolata secondo il metodo incrementale, […]

Patent Box e Ruling facoltativo

Nel caso in cui il contribuente rientri tra quelli non soggetti a ruling obbligatorio ed eserciti l’opzione per l’accesso all’agevolazione sull’utilizzo dei beni immateriali ma non venga presentato il ruling facoltativo, l’opzione rimane comunque efficace e di conseguenza il contribuente potrà determinare autonomamente l’ammontare del reddito agevolabile. Se nel corso del quinquennio il contribuente presenta […]

Patent Box – Metodologie Di Calcolo Del Contributo Economico

Ai fini della determinazione dei metodi di calcolo del contributo economico al reddito di impresa derivante dall’utilizzo diretto dei beni immateriali agevolabili, il decreto Patent Box stabilisce che si debba far riferimento alle Linee Guida OCSE. In particolare tali Linee Guida specificano che la selezione del metodo più appropriato per la determinazione dei prezzi di […]

Start-Up Innovative: Incentivi 2016

Con l’art. 29 del D.L. 179/2012 sono state autorizzate dalla Commissione UE delle agevolazioni per gli investimenti nelle start-up innovative limitatamente ai periodi d’imposta relativi al triennio 2013-2015. Il periodo d’imposta 2016 non era stato oggetto di valutazione a livello comunitario tuttavia affinché l’agevolazione trovasse applicazione anche in tale periodo, risultava necessaria un’ulteriore autorizzazione da […]